Le parole di coach Cassinerio, in vista del match di martedì 30 contro Cremona. 

Nel match contro Lumezzane c’è stato l’esordio di uno dei nuovi componenti del roster Patrick Gatti. 

“Sicuramente Patrick ha avuto un impatto positivo nella nostra squadra. Il fatto di avere già vestito la canotta della B99 (quindi conoscendo già alcuni giocatori e parte dello staff) lo ha certamente aiutato ad accelerare il suo inserimento nel gruppo. Nonostante la giovane età, Gatti è un ragazzo che possiede delle qualità tecniche e fisiche molto interessanti, sono sicuro che migliorerà il livello della nostra squadra.”

Martedì partita contro Cremona, squadra che in questo momento si trova quarta classificata, che tipo di squadra è?

“Cremona è una squadra con un’impronta tecnica e fisica di alto profilo per la serie B. Presenta un roster profondo e competitivo. Il quintetto è di assoluto rispetto, a partire dal playmaker Carlo Fumagalli (che ho avuto modo di allenare in A2 a Mantova), per poi passare alle guardie Enrico Gobbato e Marko Milovanovikj. Sotto le plance stanno disputando un ottimo campionato Jacopo Preti e Ferdinando Nasello, che per caratteristiche tecniche possiedono un mix molto pericoloso per le difese avversarie. La panchina cremonese è di grande qualità. Cambiano gli esterni Marco Bona, veterano con doti tecniche importanti, e il capitano Elvis Vacchelli, uno dei reduci della scalata alla serie B. Il neo acquisto Andrea Sipala (da Jesolo), tiratore molto pericoloso, e Niccolò Giulietti, giocatore dotato di un ottimo atletismo, danno respiro ai due lunghi.

La Juvi è una squadra che possiede grande fisicità con tutti i giocatori in campo e tiratori importanti sul perimetro. Oltre a ciò, è ben allenata da un coach come Alessandro Crotti, che ha già avuto modo di vincere il campionato di B e di poter allenare al piano superiore (con Orzinuovi tre stagioni fa).”

Cosa si aspetta dalla propria squadra?

“Abbiamo sfruttato questa settimana di lavoro per consolidare le nostre regole difensive e cercare di recuperare l’entusiasmo purtroppo smarrito nella seconda parte di gara contro Lumezzane.

In questa stagione abbiamo deciso di puntare forte sui giovani del nostro Club (20.9 anni di media con i primi 10). Sappiamo che il deficit di esperienza a nostro sfavore deve essere colmato con il grande desiderio di emergere dei nostri Under. E’ umano che in questo momento la squadra stia accusando un calo di fiducia, dovuto alle cinque gare perse all’ultimo possesso e alle due ultime prestazioni, onestamente poco brillanti, dove la squadra ha perso fluidità offensiva e aggressività difensiva.

Sarà mio compito cercare di far ritrovare alla squadra l’entusiasmo delle prime sei gare, l’aggressività difensiva e il piacere di condividere la palla in attacco.”