Terza giornata di Supercoppa Centenario e al PalaReds arriva la Sangiorgese. Sfida decisiva in questa prima fase per il passaggio del turno con entrambe le formazioni a due vittorie. Quintetto tipo per Cardani che schiera Todeschini, Baldini, Laudoni, Aromando e Diouf.

PRIMO QUARTO – Primi due punti della sfida sull’asse Laudoni – Aromando con il numero 11 a trovare il jumper dalla media. nessuna delle due formazioni riesce a trovare il largo nei primi minuti, serie di botta e risposta, con gli ospiti che fanno sentire la fisicità in difesa. I reds però cominciano a non trovare la via del canestro, affidandosi ai tiri liberi che lasciano la partita in sostanziale pareggio. I ragazzi di cardani in difesa non riescono ad aumentare il ritmo, subendo molto, ma tornando a trovare la via del canestro. Tantissimi fischi hanno contraddistinto il primo quarto di gioco impedendo ad entrambe le squadre di prendere ritmo. Ultimo tiro della frazione finisce nelle mani di Ghedini che trova la tripla che conclude il quarto con il +1, 23-22 per i reds.

SECONDO QUARTO – Si riapre la sfida sotto il segno di Laudoni, che non trova il canestro ai liberi, ma si fa perdonare immediatamente con un jumper dal mezz’angolo ad alto coefficiente di difficoltà. Trova due liberi Sangiorgese, a cui risponde immediatamente Bernareggio, in un quarto iniziato nuovamente in grande equilibrio. I reds sembrano comunque far muovere meglio il pallone, Laudoni più assist che punti fino a questo momento, costringendo così i lunghi legnanesi a caricarsi di falli. Aumenta anche la pressione difensiva a metà campo permettendo così un primo parziale di 6-0 (32-26), grazie alla tripla di Laudoni. I reds resistono al ritorno in campo di Bianchi, 4 punti di fila, grazie al jumper di uno scatenato Aromando. E’ lo stesso ex Vicenza a trovare un canestro da ballerino sul filo della linea del fuori a cui risponde immediatamente Sangiorgese. Non si può abbassare la guardia perché dall’altra parte gli ospiti si fanno trovare puntuali al ferro in ogni pertugio. Un secondo quarto comunque da incorniciare per Aromando che si carica davvero la squadra sulle spalle e a metà partita è 49-42. Serata dalla polveri bagnate, per entrambe le squadre, da tre punti con una media complessiva del 21%.

TERZO QUARTO – Berra fa subito capire ai reds che la partita è tutt’altro che chiusa con un bel jumper a cui però risponde subito Laudoni. Sangiorgese si costruisce un parziale di 0-6, sfruttando tutte le difficoltà reds. Aromando trova canestro con un fallo non fischiato che scatena le ire di Cardani costringendo l’arbitro a chiamare il tecnico alla panchina. Gli ospiti volano sulle ali dell’entusiasmo con la tripla di Picarelli che riporta Sangio sul -3. Lo stesso Picarelli commette subito dopo una sciocchezza enorme con l’antisportivo su Diouf che, sfortunatamente per i reds, Bernareggio non converte a pieno trovando solo due punti. Torna a punti anche Aromando con uno stupendo long two, Laudoni si costruisce due punti in post e Bernareggio risponde al parziale d’inizio quarto. Todeschini, rubata di alta classe con canestro , e coach Qulici all’ennesima palla persa, forzata da un’ottima difesa reds, è costretto a chiedere minuto: 64-56 reds. Minuto che sposta poco gli equilibri con entrambe le squadre imprecise a canestro ma con Sangiorgese che all’ultimo tiro, fallo di Quartieri, guadagna tre tiri liberi (1/3) che fissano il quarto sul 66-60.

ULTIMO QUARTO – Quartieri si fa perdonare il fallo precedente con un jumper pulito dalla media, due liberi di Baldini e i reds prendono per la prima volta la doppia cifra di vantaggio. Bernareggio viaggia in fiducia, come dimostra la tripla all’indietro di Laudoni e la giocata a due tra Todeschini e Tsetserukou che porta alla schiacciata volante del bielorusso. A ogni canestro di Sangiorgese, Bernareggio risponde, da segnalare il canestro più fallo di Laudoni, mantenendo saldamente il vantaggio e allungando sul +16 con due schiacciate volanti, una più bella dell’altra, di Tsetserukou sull’ 88-72. La partita da qui in avanti non ha più molto da raccontare se non la strapotenza offensiva di Laudoni ed una vittoria condotta magistralmente da coach Cardani e dal suo staff. Al Palareds finisce 97-80 con il passaggio al prossimo turno per la Pallacanestro Bernareggio 99.

Ufficio Stampa

Niccolò Arenella