Ultima partita casalinga del 2019 per la Vaporart Bernareggio che si trova davanti la sorpresa Monfalcone.

Goriziani che, nonostante siano una neo promossa, stanno stupendo nelle zone nobili della classifica: partita che si preannuncia interessantissima.

Coach Cardani presenta un quintetto composto da Todeschini, Laudoni, Baldini, Gatti e Diouf. Assente Restelli per un infortunio patito in allenamento.

Vaporart che aggredisce benissimo già dai primi minuti con una tripla di Gatti e due canestri di capitan Baldini.

Monfalcone, come dicevamo, non è quarta in classifica per caso e mette subito in chiaro le cose impedendo a Bernareggio di scappare imponendo il pareggio.

Si scatena Laudoni, 5 punti in rapida successione di cui tre con una tripla da distanza siderale, che ridanno i tre punti di vantaggio.

Baldini è letteralmente scatenato in questo inizio partita mettendo la bomba che da un primo mini parziale di 5-0 annullato subito dagli ospiti, bravissimi a recuperare due palloni vaganti e convertirli a canestro.

Dal nulla schiacciata ASSURDA di Diouf che raccoglie a una mano l’assist di Todeschini mettendola di potenza in salto: canestro bellisimo.

La Falconstar riesce a rispondere colpo su colpo e deve risalire in cattedra Baldini, tripla dall’angolo, per dare il +4 che costringe gli ospiti a chiamare minuto. 

Sospensione che giova vista la tripla di Scutiero subito in uscita dalla panchina. Reds che si affidano però a Quartieri dalla lunga distanza: Vaporart che tira in maniera irreale in questo quarto con un 4/7 da tre.

Ultimo canestro però da sotto per Monfalcone con il quarto che si chiude 23-21.

Secondo quarto che si riapre nel segno di Quartieri bravo a convertire da due punti. 

Monfalcone non brillantissima ed Almansi ruba un ottimo pallone servito a Gatti che trova la sua seconda tripla della partita.

Baldini si costruisce un bel canestro, Quartieri la mette dalla lunga: la Vaporart allunga a +9 costruendosi il primo vero vantaggio della partita in un momento in cui Monfalcone appare confusa.

Situazioni convulse da entrambe le parti con diverse azioni senza canestri fino ai liberi (1/2) di Diouf: parziale di 11-3.

Trova il canestro, dai liberi, Monfalcone ma Baldini, sempre lui, risponde presente.

Partita che comincia a diventare molto fisica con tanti falli chiamati dal duo arbitrale.

Laudoni si guadagna un canestro più fallo d’alta scuola con la vaporare sempre avanti di 10 lunghezze.

Fallo di Diouf a fermare un contropiede, passi abbastanza evidenti non fischiati dagli arbitri che scattano la reazione della panchina che si prende anche un tecnico. Il nervosismo adesso è evidente con un secondo tecnico per proteste fischiato stavolta a Diouf. Coach Cardani è costretto a chiamare un minuto per tranquillizzare la situazione.

Bernareggio muove benissimo il pallone e la palla finisce nelle mani di Radchenko che trova la tripla. Contestualmente Saini subisce un fallo che porta a due liberi subito segnati. 

Schina trova la tripla per Monfalcone che accorcia ma Quartieri non ci sta a va a guadagnarsi due liberi di cui uno segnato. Ultimo tiro per gli ospiti che lo sbagliano malamente.

All’ intervallo è 44-36 per i reds.

Terzo quarto botta e risposta tra Colli e Diouf con due canestri in rapida successione.

Laudoni attacca con decisione il ferro, segnando un libero, e costringe Medizza a spendere il suo quarto fallo personale.

Stefano è ispiratissimo e si guadagna ancora un gioco da tre punti con un gran movimento sotto canestro. Baldini ruba palla in contropiede due punti e parziale 8-3.

Diouf non si vede fischiato a favore un chiaro fallo ma la reazione, sull’azione successiva, è una schiacciata delle sue che fa esplodere il palazzetto.

Bellissimo gioco tra Radchenko e Laudoni con quest’ultimo che va a segno da tre punti e costringe Monfalcone al time out sul -16.

La Falconstar trova un po’ di energia in più ma Laudoni questa sera è in versione MVP ricacciando via ogni attacco goriziano.

Se Laudoni non la mette da tre c’è subito pronto Quartieri, che raccoglie il tap in e converte.

Casagrande segna due liberi a 9” dalla fine ma Baldini è abile a guadagnarsi tre tiri liberi con furbizia. A fine terzo quarto il punteggio è sul 70-57.

Inizio concitato nell ultimo quarto con Baldini che segna subito e Almansi che trova la tripla dall’angolo marchio di fabbrica.

Gli ospiti ormai sono in balia degli eventi e la tripla di Todeschini (+21 e 8-0 di parziale) costringono coach Tomasi al time out. 

Sembra funzionare poco e niente la sospensione visto che al rientro è Almansi a trovare la tripla dall’angolo, opposto rispetto al canestro precedente.

La Vaporart abbassa la guardia leggermente concedendo paio di conclusioni da rimbalzo offensivo che stoppano il parziale sull’ 11-3.

Laudoni trova due canestri spettacolari, da tre e in schiacciata in contropiede, Diouf segna dalla media e partita che a 2’30” dalla fine è virtualmente chiusa.

Spazio per Giorgetti e Trassini negli ultimi minuti. 

Finale 92-69 per la Vaporart Bernareggio che si conferma sempre più prima in classifica e continua a sognare la qualificazione alla Coppa Italia.

TABELLINO:

Ka, Diouf 11, Radchenko 3, Laudoni 22, Trassini, Todeschini 5, Saini 5, Quartieri 13, Almansi 8, Baldini 19, Giorgetti, Gatti 6

Ufficio Stampa

Niccolò Arenella