Torna in campo dopo due vittorie oltre i 100 punti la Vaporart Bernareggio che affronta la vincitrice della Coppa Italia Piacenza. Coach Cardani sceglie di lasciare in panchina Tsetserukou affidandosi a Ka affianco a Todeschini, Laudoni, Aromando e Baldini

PRIMO QUARTO – Energie subito a mille nei primi 5’ di gara in assoluta parità grazie alle grandi giocate di Ka e Laudoni oltre che un Tsetserukou sempre da segnalare. Botta e risposta tra le due formazioni con la Bakery che predilige il gioco sotto le plance con Sacchettini. Ogni pallone è una lotta, ritmo pazzesco, con l’allungo decisivo reds sul 23-18 finale propiziato dalla tripla di Almansi.

SECONDO QUARTO – Cambia il quarto non cambia lo spartito con i reds bravi a giocare fortissimo in difesa riuscendo ad allungare al +7 (33-26) massimo vantaggio che costringe Coach Campanella al timeout. Non serve a niente la sospensione nel momento in cui, al rientro in campo, Gatti segna una tripla irreale e Aromando si regala un blockbuster con la schiacciata in contropiede per il +11. Piacenza non è squadra da sottovalutare e rapidamente riapre l’incontro con la tripla di irreale Vico per il 41-36 e successivamente con Planezio anche il -2. Piacenza è in striscia e Udom, lasciato solo inspiegabilmente, trova anche la tripla del sorpasso. Vaporart allo sbando, fallo di Ka in attacco, +3 Piacenza ultimo tiro in mano ad Aromando che si fa chiudere per il 41-44 di fine tempo.

TERZO QUARTO – Ci pensa Ka, magnifico per abnegazione oggi, a ridare fiato ai reds ribaltando l’inerzia fino al 49-50. Alla prima distrazione però Planezio riesce a ribattere ed arriva anche la schiacciata volante di Udom che riporta le 6 lunghezze di distanza che diventano 9 con la tripla di Perin: time-out Cardani. Aromando, in appoggio volante, Tsetserukou canestro e fallo antisportivo sembrano gridare: “Noi ci siamo!” ad una partita tutt’altro che finita. Nove punti, 9, di fila per i reds con la tripla di Todeschini  segnano il ritorno in partita, 57-60, per i reds. Quando la palla diventa pesante Laudoni risponde presente caricandosi il peso della tripla del pareggio. Piacenza passa a zona e la mano di Bernareggio si raffredda da fuori con i piacentini che tornano a far muovere il punteggio. Pareggia Tsetserukou, gioco di gambe di rara bellezza, con i reds che si prendono anche l’ultimo tiro con 15” sul cronometro sempre col bielorusso che manca però l’appoggio.

ULTIMO QUARTO – Un ultimo periodo che si apre in maniera splendida con la grandissima energia reds capaci di strappare con Aromando e Tsetserukou ed andare sul 66-62. Un paio di facili layup, difesa piacentina in bambola completa, Almansi lanciato a schiacciare in contropiede: 72-65 e sospensione per coach Campanella in quella che diventa sempre più una partita a scacchi. Laudoni, dalla media, +9 reds ma quello che più impressiona è la compattezza difensiva della squadra che si tramuta in fiducia offensiva del +11 di Aromando. 6-0 di parziale con Todeschini, Piacenza non segna quasi più ma si sblocca con Birindelli per un contro parziale di 0-4 che fa subito scattare il minuto per Cardani: 78-69. Perin ritrova la tripla che fa male se non fosse per il grande coraggio di Tsetserukou che in isolamento trova la via del canestro. Segna la Bakery risponde Quartieri ai liberi mentre si entra nell’ultimo minuto e trenta di gioco con il canestro di Laudoni (84-75). Errore difensivo reds Piacenza ringrazia e gioca lungo l’ultimo possesso che vuol dire vittoria per i reds. A Bernareggio finisce 84-77 grande vittoria reds che vanno in fiducia per i playoff.

TABELLINO

VAPORART BERNAREGGIO

Ka 6, Ghedini, Radchenko 2, Laudoni 14, Aromando 16, Todeschini 7, Tsetserukou 12, Quartieri 2, Almansi 11, Baldini 2, Giorgetti, Gatti 12.

Ufficio Stampa

Niccolò Arenella