Primo match point per i reds che in casa si giocano l’accesso alle finali dopo l’ottima vittoria di Venerdì sera. Livorno, ovviamente, tenterà di giocarsi tutte le sue carte per riportare la serie in Toscana. Grande assente della sfida Stefano Laudoni, squalifica per un turno, con Gatti a prendere il suo posto un in quintetto completato da Todeschini, Baldini, Aromando e Tsetserukou.

PRIMO QUARTO – E’ Livorno a colpire per prima, tripla dalla distanza di Ammannato, ma son bravi i reds a rispondere con Aromando in penetrazione. Si gioca sui dettagli, tante palle perse dalla Vaporart che fatica a contenere Ammannato, davvero in giornata di grazia. Forti trova la tripla, liberissimo oltre l’arco, e con il punteggio sul 5-12 Cardani chiama il primo minuto della partita. Ci pensano Todeschini, seconda tripla, e Tsetserukou a rimettere Bernareggio in scia con uno splendido 5-0 di parziale. Una serie di palle perse impressionanti, ben 6 nei primi 6’, non impedisce i pareggio reds con una sontuosa schiacciata di Ka. Botta e risposta tra le due squadre, palla persa di Ka, ultimo tiro in mano a Ricci che segna il 19-20 che chiude il quarto. 

SECONDO QUARTO – Continua il trend negativo di palle perse anche nel secondo quarto con Livorno che ne approfitta per piazzare subito uno 0-5 di parziale, ripreso dal contro 5-0 con Tsetserukou e Quartieri. Il canovaccio non cambia con entrambe le squadre brave a capitalizzare le occasioni che si creano ma con i reds che oscillano tra una serie di palle perse e difficoltà in attacco che non permettono di ricucire un gap che si assesta sempre sui 6 punti (27-33) e che spinge coach Cardani a spendere minuto. A Tsetserukou, canestro nel traffico, risponde Ammannato con la tripla e con la seconda in fila di Casella per gli amaranto che avanzano fino al +10 finale (34-44).

TERZO QUARTO – Non migliora la forma dei reds nella terza frazione, abulici a canestro, con il solo Tsetserukou a trovare qualche canestro che lascia i reds al di sotto della doppia cifra di svantaggio (41-50). Reazione d’orgoglio per la Vaporart, guidata stavolta da Aromando, che permette di riagganciare Livorno sino al -5 (47-53), risultato che dura ben poco vista la capacità di rialzarsi subito e rimettere nuovamente la doppia cifra sul tabellone. Terzo quarto 54-63.

ULTIMO QUARTO – Parte addirittura come peggio non si può l’ultima frazione con Tsetserukou, il migliore dei reds stasera, che cade male sulla caviglia e viene portato in spalla in panchina. E’ però la svolta di nervosismo che probabilmente serviva ai reds che cominciano a battagliare sotto canestro difendendo con grandissima energia e ritrovando smalto fino al 66-70 con la tripla di Quartieri. Lo stesso numero d18, 1/2 ai liberi, mette un solo possesso di distanza tra le due squadre in un finale che si preannuncia incendiario. Ammannato trova due punti pesantissima che danno ossigeno agli ospiti ma Aromando, dalla lunetta sempre 1/2, rosicchia un punticino. La gara ormai si gioca praticamente solo ai liberi, entrambe le squadre ampiamente in bonus, ed è una gara di precisione che vede in vantaggio Livorno che riesce ad allungare sul 71-78.  Quartieri trova la tripla della speranza ma i 50” abbondanti sul cronometro spengono le speranze reds che continuano a lottare fino alla fine ma senza successo. Livorno espugna il PalaReds 82-87, diventerà decisiva quindi Gara-5 in programma mercoledì in toscana per decidere chi sarà la finalista.

TABELLINO:

Ka 5, Radchenko, Marra, Pirola, Aromando 16, Todeschini 9, Tsetserukou 14, Quartieri 15, Trassini, Almansi 8, Baldini 2, Gatti 12

Ufficio Stampa

Niccolò Arenella